Il Sole24ore – Rinnovabili, i freni alle autorizzazioni costano 600 mln€ l’anno al PAese

Le lentezze burocratiche e i comitati del "no" stanno paralizzando gli investimenti in nuovi impianti alimentati a fonte rinnovabile

ANIE Rinnovabili ha evidenziato che in media si realizzano ogni mese impianti eolici per 6 MW e impianti fotovoltaici per 54 MW. Numeri ben lontani dalla media necessaria per traguardare gli obiettivi del PNIEC ovvero 83 MW al mese di eolico e 250 MW di fotovoltaico.

Confindustria sottolinea la necessità di adottare una seria politica di semplificazioni normative  e “responsabilizzazione delle Regioni ed enti locali”. I sovraccosti generati dall’inerzia burocratica generano una paralisi che pesa fino a 400 mln€ all’anno per i mancati investimenti e altri 200 mln€ almeno per la minore sicurezza del sistema energetico.

L’Italia sarà multata dall’Europa se non riuscirà a raggiungere gli obiettivi. Se i comitati nimby, i TAR, i sindaci, le procure, le sovrintendenze, le Regioni fermeranno quasi tutti i progetti, saranno loro a pagare le euromulte, o come al solito, anche stavolta il costo sarà socializzato facendolo ricadere sugli altri, cioè sui cittadini e sulle imprese?